venerdì , dicembre 14 2018
Home / Palestra / 10 ispirazioni per rinascere: ringiovanire corpo e mente in 21 giorni

10 ispirazioni per rinascere: ringiovanire corpo e mente in 21 giorni

Credits: shutterstock

Come realizzare un cambiamento nella tua vita quotidiana e imparare che la prima regola è… non perdere la pazienza!

Cambiamento, una parola sempre più utilizzata. Un trend che corrisponde a un sogno condiviso: nella trasformazione vediamo la possibilità di raggiungere ciò che desideriamo, afferrare finalmente la felicità, essere una versione migliore di noi stessi. Ecco il primo mito da sfatare. La logica del tutto o niente è il modo migliore per arrivare a… niente. Sì, perché un conto è desiderare, un altro è iniziare ad agire concretamente nella vita quotidiana: cambiare è terribilmente difficile! Ognuno di noi lo ha sperimentato sulla pelle. Più ci aggrappiamo al cambiamento, più l’idea sembra svanire.

Rinascere significa concentrarsi sul presente senza rinnegare il passato: ciò che fa la differenza è affrontare il futuro con più responsabilità. Sì, come spiega l’etimologia della parola responsabilità: capacità di risposta. Integrare anziché negare è la chiave per riprendere in mano la nostra vita senza cadere nel senso di colpa.

Perché 21 giorni? I numeri 3 e 7, insieme ai loro multipli sono fortemente evocativi e i simboli sono profondamente incisi nel nostro cervello limbico. Sette sono i giorni della settimana, dunque si tratta di affrontare tre cicli, tre settimane in cui avere l’occasione di strutturare un cambiamento di vita.

L’apprendimento stimola la creazione di nuove connessioni fra le cellule nervose, spiegano gli autori di Ventuno giorni per rinascere. Il percorso che ringiovanisce mente e corpo (Mondadori), Franco Berrino, Daniel Lumera e David Mariani. Gli ostacoli alla nostra felicità sono fatti soprattutto delle nostre resistenze, tuttavia quando una nuova azione viene ripetuta nel tempo è in grado di diventare un’abitudine positiva.

1. Prendi una decisione e fallo adesso – La domanda da farti è semplice: desideri realmente iniziare tua rinascita in questo momento? Ascolta la risposta con sincerità, il cuore non mente. Esistono momenti della vita in cui semplicemente non siamo pronti per il cambiamento. Il fatto è che non si tratta di affrontare la questione a livello organizzativo, logico e mentale. Perché possa accadere la trasformazione ha bisogno di nascere con istinto, dalla passione autentica.

2. Diario del cambiamento – Quali sono gli aspetti che maggiormente desideri cambiare in te? È il momento giusto per regalarti un diario del cambiamento: scrivere aiuta a chiarire le idee, permette di vedere nero su bianco i propri pensieri e per questo possiede un grande potere terapeutico. Rileggere le tue parole nei momenti difficili ti permetterà di ricordare ciò che ti ha ispirato rendendo più forte la motivazione. Quali sono le qualità in te che desideri potenziare e come possono arricchire la tua vita?

3. Come mangi? – Riscoprire gli ingredienti del Mediterraneo educando i sensi al gusto della naturale, ecco un buon inizio. La semplicità costituisce la modalità che ci insegna a riscoprire il cibo come medicina per il corpo e l’anima, in grado di fornire all’organismo il nutrimento di cui ha bisogno e favorire un invecchiamento felice. Il primo passo è smettere di fumare: già a distanza di poche ore inizierai a percepire di nuovo sapori e odori.

4. Stile di vita…. in movimento – Iscriversi in palestra, acquistare l’abbonamento, comprare il completo perfetto, per poi abbandonare ancora prima di aver iniziato. Ti è mai successo? Dopo anni di insana sedentarietà, ci ricordano gli esperti, intraprendere un programma di allenamento costituisce un sicuro fallimento. Sì, perché il concetto chiave è che non possiamo chiedere a un neonato di mettersi a correre: hai bisogno di tempo. Inizia con le attività più semplici, come una passeggiata, e stabilisci un tempo, per esempio 15 minuti al giorno.

5. Meditazione, l’ingrediente segreto – Mentre non fai… fai. Sì, hai capito bene. Visualizzazione, immagini e suoni non hanno a che fare realmente con la meditazione. Si tratta semplicemente di vivere il momento, non c’è niente che tu debba fare. Osserva le reazioni del tuo corpo, fai attenzione a una respirazione profonda e rilassata. Inizia a godere l’ondata di questa nuova energia che arriva. Alimentazione, movimento e meditazione costituiscono i tre principi chiave per creare una qualità di vita più felice.

6. Immagina la tua trasformazione – Quali sono i meccanismi che abitualmente inibiscono la tua motivazione? Che cosa, invece, è in grado di rendere più forte la tua motivazione? La prima settimana va dedicata a questo: aziona la tua capacità di immaginare. Si tratta di un allenamento fondamentale perché è un training per la mente e il cuore.

7. Siamo animali preistorici – Per millenni il nostro organismo è stato abituato a pensare in termini di puro istinto alla sopravvivenza. Evitare i pericoli e restare in vita ci ha reso computer progettati perfettamente. Il problema è che nel frattempo sono le condizioni esterne a essere cambiate: oggi è un’altra logica a funzionare. Eppure per il nostro organismo preistorico tutto ciò che va nel senso della sopravvivenza e aiuta la prosecuzione della specie viene ancora registrato come positivo: rifletti su questo la prossima volta che provi repulsione di fronte all’idea di una dieta e sei pronta a cadere fra le braccia del tuo ennesimo principe azzurro senza sapere perché.

8. Sostituisci le abitudini – «Se così funziona, che bisogno ho di rinnovarmi?». Come spiegano gli autori è una coazione a ripetere ciò che ostacola il cambiamento. Disinnescare l’abitudine apre la strada al nuovo, ecco perché un comportamento positivo se ripetuto può consolidarsi aiutando la costruzione di uno stile di vita differente, più felice e soddisfacente. Attenzione però, per ottenere un risultato duraturo è importante collegare il cambiamento all’idea di un progresso. Il senso è: meno senso del dovere, più piacere e capacità di vedere i tuoi piccoli successi.

9. O tutto o niente = niente – Se i sensi di colpa avvelenano il cambiamento, il perfezionismo non solo svilisce l’impegno, ma rischia di gettarci in un torbido vortice negativo da cui è impossibile uscire. Quando ci puntiamo il dito contro, attenti a giudicare impietosamente ogni errore, con altrettanta velocità siamo pronti a mollare e gettare la spugna. Prova a vederla così: tutti gli sbagli sono necessari… e ti aiutano a vedere i punti oscuri che più hanno bisogno di essere illuminati dalla luce della tua consapevolezza.

10. Scegli le tue priorità – La nostra mente crea associazioni: per il cervello preistorico allontanarsi dal dolore costituisce un istinto più potente rispetto alla ricerca del piacere. Usa questa chiave per dirigerti verso ciò che ami. Trova tempo per te. Cucina con amore. Inizia a aggiungere movimento alla tua vita. Accettare gli errori, nostri e altrui, ci consegna a un’onda vitale in grado di aggiungere al quotidiano un sospiro di sollievo, energia e slancio. Tutto ciò che ci serve per imparare a lasciarci andare alla trasformazione.

Leggi Anche

Smart&Sport: Orologio Fitness Tracker con Cardiofrequenzimetro, funziona davvero? Recensioni, Opinioni e dove acquistarlo

Smart&Sport: Orologio Fitness Tracker con Cardiofrequenzimetro, funziona davvero? Recensioni, Opinioni e dove acquistarlo

Smart e Sport è il tecnologico e rivoluzionario orologio fitness tracker con cardiofrequenzimetro, che vi …