Home / Palestra / Alessio Sakara: come si diventa campioni di MMA

Alessio Sakara: come si diventa campioni di MMA

22 incontri vinti, 16 per KO, è il lottatore italiano di MMA più forte del mondo. Incontriamo Alessio Sakara alla vigilia di un incontro decisivo per la sua carriera

La voglia di combattere solo per il piacere di farlo, senza l’attrattiva di un premio o di una medaglia, ce l’ha sempre avuta, sin da ragazzino, cresciuto in una zona periferica popolare di Roma. Una passione che lo ha portato a provare e a primeggiare in diversi sport da combattimento: boxe, Jiu Jitsu, Vale tudo… Impegno, fatica, sudore, grinta, spavalderia, rabbia… la brillante biografia di Alessio Sakara, che vi invitiamo a leggere per esteso sul suo sito, è un lungo e partecipato racconto punteggiato da incontri decisivi, allenamenti duri, sfide, viaggi, scommesse e gare che hanno rappresentato per lui occasione di crescita e di maturazione.

Oggi, dopo anni di rinunce, sacrifici e lavori di ripiego pur di portare a casa i soldi per mantenersi, Alessio Sakara conduce la vita che ha sempre desiderato: combattere per professione, ed è diventato uno dei maggiori combattenti di MMA (arti marziali miste) del mondo.

INCONTRIAMO Alessio Sakara

Alessio Sakara è nato il 2 settembre del 1981 a Roma ed è un atleta di MMA che combatte nei pesi medi dell’Ultimate Fighting Championship (UFC). Sakara è stato un pugile juniores di livello che ha combattuto poi anche da professionista.
Ha due figli: Leonida e Marco Valerio.

Quando ti sei avvicinato alle MMA? 

Nel 1999/2000, dopo aver visto una videocassetta dei primi UFC (il più importante campionato di MMA a livello globale) e Vale tudo in Brasile. A quell’epoca in Italia non si insegnavano queste discipline, dove non c’erano regole e si combatteva usando tutto il corpo. Io ne fui stregato e decisi di partire e di andare a impararle là.

E cosa ti è piaciuto in particolare di queste discipline?

La cosa che mi è piaciuta di più è che potevi colpire in qualsiasi modo e, se vincevi, ti sentivi veramente il più forte perché avevi usato tutto il tuo corpo, a differenza della boxe o di altri sport da contatto dove puoi usare solo le regole della disciplina.

Quali sono i maggiori traguardi che hai ottenuto nel campo delle MMA?

Entrare nell’UFC nel 2005, in un momento in cui erano pochi a farcela. Nel 2009 ero 14esimo nel ranking mondiale e il 9 dicembre di quest’anno sarò il primo italiano che combatterà per un titolo mondiale in uno dei circuiti più famosi al mondo.


Sei molto seguito e amato come atleta: quali consigli daresti a chi desidera iniziare a combattere provando le MMA?

Molta dedizione, molta pazienza e perseveranza e molto rispetto. Per facilitare il tutto basterebbe imparare a memoria “il codice del legionario”: lì ci sono tutte le qualità che servono.

Sono discipline “per tutti”? 

Sì per tutti.

Cosa ami in particolare della tua professione e dello sport che hai scelto di praticare?

Mi ha cambiato la vita. Per me non è solo sport ma è uno stile di vita, come una religione, mi ha migliorato in tutto. E poi mi permette di viaggiare moltissimo!

In quali corsi di formazione sei attualmente impegnato e dove è possibile venirti a seguire?

La Legionarivs League è la mia associazione dove faccio corsi a 360 gradi per atleti e per chi vuole diventare maestro. Sul mio sito potete trovare tutte le informazioni: www.alessiosakara.tv

La Legionarivs League di Alessio Sakara collabora con Lacertosus dal 2010 per l’organizzazione dei suoi corsi di formazione.

Lacertosus: attrezzatura top made in Italy

Lacertosus è un negozio specializzato nella vendita di attrezzi funzionali, attrezzatura professionale, semi-professionale e accessori di alta qualità per i centri specializzati, BOX per il CrossTraining, palestre commerciali, Personal Trainers  Privati. Online a partire dal 2007, è stato il primo negozio a introdurre in Italia le funi d’allenamento, bumper plates, bulgarian bags (importatore e distributore esclusivo), clubbells, i kettlebells da gara, gym rings, sandbags e altri sistemi innovativi d’allenamento. La produzione delle strutture RIG Lacertosus è completamente made in Italy. www.lacertosus.com

Commenta con Facebook

Leggi Anche

La Asd Pink Ribbon di Macerata trionfa al campionato nazionale ...

La Asd Pink Ribbon di Macerata trionfa al campionato nazionale …

Sport Macerata La Asd Pink Ribbon di Macerata trionfa al campionato nazionale delle regioni Silver …