martedì , dicembre 11 2018
Home / Palestra / Avvento: mons. Staglianò (Noto), “palestra dove si fanno ‘esercizi di …

Avvento: mons. Staglianò (Noto), “palestra dove si fanno ‘esercizi di …

“L’Avvento è tempo per esercitarsi. È palestra dove si fanno ‘esercizi di cristianesimo’, perché il nostro cattolicesimo resti cristiano e non disperda la propria vitalità nel fumo di religiosità sacrale che colora l’esterno di decorazioni belle, ma non incide nel cuore e nell’anima. In questa palestra si entra con grande desiderio di rinnovamento”. Lo sottolinea monsignor Antonio Staglianò, vescovo di Noto, nel suo messaggio per l’Avvento, che sarà pubblicato sul numero in uscita del settimanale “la vita diocesana”. “Il cattolico, in Avvento, non manca mai la Domenica di partecipare all’Eucarestia – osserva il presule -. Non tanto per obbedire a un precetto, ma perché ha capito che ne va della sua vita. L’eucarestia celebrata, infatti, dice la verità dell’amore: ‘ecco il mio corpo lo dono a te, ecco il mio sangue è sparso per te’. In questo sta l’amore: il dono della tua vita per altri è esclusivo, unilaterale, incondizionato; perché l’amore sa solo amare! L’amore sa solo donare!”. Seguendo Gesù, “noi diventiamo perfetti in umanità, com’è perfetto in umanità il Padre. Così la fede cattolica resta cristiana: seguire Gesù e farsi dire da Gesù cos’è l’Amore, apprenderlo solo dall’Eucarestia. Questo significa praticare la fede, sempre fede operosa, fede che vive attraverso la carità”. Ma, ha avvertito il vescovo, “un cattolicesimo che vivesse senza opere, sarebbe senza fede, resterebbe una religione senza cristianesimo”. Per monsignor Staglianò, “la fede è un atto pratico che parla sempre e solo lo stesso linguaggio: quando avevo fame mi hai dato da mangiare? Quando avevo sete mi hai dato da bere? Quando ero nudo mi hai vestito e quando ero nella disperazione, nella malattia, nel carcere sei venuto a trovarmi? Andremo in Paradiso perché avremo saputo rispondere ‘sì’ e allora capiremo quanto fu importante entrare nella palestra dell’Avvento perché il nostro cattolicesimo restasse cristiano”.

Leggi Anche

Ergastolo: i detenuti che muoiono

Ergastolo: i detenuti che muoiono

Quella che stiamo per raccontarvi è la storia di Peppe, detenuto ergastolano da circa trent’anni. …