giovedì , giugno 27 2019
Home / Body Building / Bentornato Palalido: la casa storica dell’Olimpia è stata riaperta

Bentornato Palalido: la casa storica dell’Olimpia è stata riaperta

Bentornato Palalido! La casa storica dell’Olimpia dopo nove anni di ricostruzione ha finalmente tagliato il traguardo ed è stata inaugurata oggi dal Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dal Presidente del Coni, Giovanni Malagò, dall’assessore allo sport, Roberta Guaineri. Il nuovo impianto servirà soprattutto alla Powervolley Milano, che partecipa al campionato di Serie A, ma resta un’arena sentimentalmente legata al basket – cui infatti è stata dedicata la parte iniziale della cerimonia – e non è un segreto che potrebbe diventare l’impianto “di riserva” dell’Olimpia qualora come accaduto in passato capitasse di non poter giocare alcune gare al Mediolanum Forum, la casa attuale dell’Olimpia, a sua volta un luogo ormai ricco di storia.

Assente Coach Dan Peterson, cui è stato dedicato un video inaugurale, per un piccolo problema fisico, Dino Meneghin ha rappresentato il basket e l’Olimpia. “La prima volta che ho giocato qui è stato a 15 anni, con la Robur Varese, prima di un derby tra Simmenthal e All’Onestà. Era una gara giovanile, finì dopo quattro tempi supplementari: era gremito, ma la gente aspettava solo che finissimo noi per vedere il derby e la partita non finova mai. Uscimmo tra i fischi. Poi ricordo l’anno in cui, crollato il palazzone di San Siro, trascorremmo un anno intero al Palalido. La finale scudetto contro Caserta finì tardissimo, faceva caldo. Non c’era l’aria condizionata, che oggi c’è. Mi ricordo Roberto Premier, grondante di sudore, effettuare una rimessa a bordo campo. Dietro di lui una signora bellissima, elegante, ben vestita, gli soffiava sulle spalle per cercare di asciugarlo!”.

Al Palalido si sono consumate tante giornate storiche dell’Olimpia, inclusa la rimonta del 1966 sul Real Madrid che qualificò la squadra per le Final Four di Bologna, con i 40 punti di Nane Vianello, la presenza di Bill Bradley. Sette scudetti sono stati vinti con il Lido come campo di casa, sei con Cesare Rubini in panchina (si potrebbe intitolargli il campo di gioco, il rettangolo, almeno in assetto da basket?). L’ultimo scudetto in questo impianto fu vinto nel 1986, come ricordava Meneghin, battendo Caserta nella bella della serie finale. L’anno seguente, il campo di casa diventò il tendone di Lampugnano. Saltuariamente, l’Olimpia è tornata a giocare al Lido in seguito, dove ha avuto la sede per alcuni anni e il campo d’allenamento (la leggendaria Secondaria) per decenni, fino al trasferimento al Mediolanum Forum del 2016. L’ultima vittoria epica fu probabilmente nel 2009, quarti di finale dei playoff contro Teramo, missile sulla sirena di Mindaugas Katelynas. L’Olimpia eliminò Teramo, poi Biella e andò in finale scudetto, giocando ovviamente al Forum.

L’inaugurazione è avvenuta all’inizio di giorni cruciali per lo sport milanese: la città è candidata ad ospitare – con Cortina – le Olimpiadi invernali del 2026 che verranno assegnate il prossimo 24 giugno a Losanna, anche se il Palalido non figura tra gli impianti coinvolti.

Leggi Anche

Nani, calcio e muscoli: il fisico del portoghese è super

Nani, calcio e muscoli: il fisico del portoghese è super

Il suo passaggio in Mls, all’Orlando City, non ha influito minimamente sulla sua forma fisica, che …