lunedì , marzo 25 2019
Home / Body Building / Chris Froome ha un corpo perfetto per il ciclismo: così ha vinto 4 Tour

Chris Froome ha un corpo perfetto per il ciclismo: così ha vinto 4 Tour

Il ciclista britannico Chris Froome del Team Sky lo ha fatto di nuovo. Il 23 luglio ha pedalato attraversando Parigi per andare a vincere il suo quarto Tour de France, con 54 secondi di anticipo rispetto al colombiano Rigoberto Urán. Froome si è così unito alle fila dell’élite dei ciclisti che hanno quattro o più Tour: come lui solo Miguel Indurain, Jacques Anquetil, Bernard Hinault, Eddy Merckx. A rendere Froome così bravo c’è una lunga lista di fattori, inclusi l’allenamento, la mentalità, il talento, la determinazione, ed una squadra eccellente.
Ma insieme a tutto questo, Froome ha una fisiologia ideale per un ciclista — probabilmente il prodotto dei suoi geni e di uno sforzo fisico accurato.

Froome è alto 1,86 metri e all’epoca del Tour del 2015 (le sue vittorie sono state nel 2013, 2015, 2016, e 2017), ha detto di essere riuscito ad abbassare il suo peso di gara fino a 66,6 kg: un dimagrimento attribuito a una dieta rigida che gli ha fatto ridurre i carboidrati a favore delle proteine. Dopo che la sua performance è passata dall’essere buona all’essere una delle migliori al mondo, ha acconsentito affinché ricercatori di chimica fisiologica conducessero uno studio sul suo corpo e ne pubblicassero poi i risultati (i dati fisiologici più recenti non sono tuttavia stati pubblicati: Business Insider ha richiesto le informazioni al Team Sky ma non ha avuto una risposta immediata).

I ricercatori che hanno condotto lo studio hanno scoperto che Froome aveva alcuni dei migliori dati statistici che avessero mai visto per fare ciclismo, comparando la potenza che i suoi muscoli erano in grado di produrre rispetto al suo peso corporeo. Era in grado di sprigionare livelli di potenza prolungati di circa 6,25 watts per kg, tra i più elevati al mondo. E il suo massimo livello di potenza per un breve sprint era persino più alto, circa 7,8 watts per chilogrammo. Allo stesso tempo i ricercatori hanno calcolato che il VO2 massimo di Froome— una misura di quanto ossigeno il suo corpo riesca ad utilizzare — sarebbe stato di 88,2 millilitri per chilogrammo di peso corporeo per minuto durante la gara,  tra i più alti mai registrati.

E l’efficienza lorda di Froome, una misura dell’energia usata per sprigionare potenza, era anch’essa estremamente alta. Ciclisti d’élite raramente hanno un punteggio alto sia in VO2 max che in efficienza lorda, hanno scritto gli scienziati dello sport che hanno condotto lo studio. Considerando tutto questo, Froome è costruito per essere un ciclista. Certo, talento, tecnica e allenamento sono tutte cose importanti. Ma a livelli di eccellenza nello sport, c’è ormai una tendenza verso atleti con certe corporature “ideali”, ha detto a Business Insider Dr. Michael Joyner, ricercatore alla Mayo Clinic ed esperto mondiale di fitness e performance. I corpi dei nuotatori tendono ad essere lunghi e potenti come quello di Michael Phelps. I corridori o mezzofondisti sono spesso bassi ed estremamente leggeri. Per i ciclisti basta guardare Froome.

BAGNERES-DE-BIGORRE, FRANCE – JULY 07: Race leader Chris Froome of Great Britain and Sky Procycling is followed by Alberto Contador of Spain and Team Saxo-Tinko on the decent of the Col De Mente during stage nine of the 2013 Tour de France, a 168.5KM road stage from Saint-Girons to Bagneres-de-Bigorre, on July 7, 2013 in Bagneres-de-Bigorre, France. (Photo by Doug Pensinger/Getty Images)

Leggi Anche

Pelle secca di viso, mani e corpo: cause, rimedi naturali, creme fai da te e cosmetiche

Pelle secca di viso, mani e corpo: cause, rimedi naturali, creme fai da te e cosmetiche

La pelle del viso e del corpo dovrebbe essere protetta e trattata correttamente, ogni giorno. …