Home / Palestra / Floyd Mayweather: "Camp sfiancante per il mio corpo, sarà l’ultimo"

Floyd Mayweather: "Camp sfiancante per il mio corpo, sarà l’ultimo"

Sembra quasi ci sia un’opportunità concreta ad attendere Conor McGregor. Come ormai ben noto, l’irlandese affronterà Floyd Mayweather il 26 agosto a Las Vegas. Siamo in pieno tour promozionale, i due hanno iniziato la promozione dell’evento con la prima conferenza a Los Angeles. 

Una piccola parte della comunità di boxe e MMA crede che l’irlandese abbia delle possibilità, la stragrande maggioranza invece considera il tutto puro entertainment volto a monetizzare il più possibile e conseguentemente è convinta che McGregor non abbia possibilità alcuna.

I due, come detto, hanno iniziato l’11 luglio la promozione dell’evento e hanno parlato a turno al microfono per infiammare la folla.

Mentre McGregor infiamma il pubblico, Mayweather attende il suo turno per prendere la parolaFloyd Mayweather e l’ultimo camp

Non sono più – ha esordito Mayweather a Los Angeles – lo stesso combattente che ero 21 anni fa. Non sono lo stesso di 10 anni fa. Non sono nemmeno lo stesso di due anni fa. Lo so bene, ma ho la mentalità da combattente. Ho l’attitudine del combattente. ho parlato con Al (Haymon, manager di Mayweather, ndr). So di non poter chiedere ancora troppo al mio corpo. È estenuante. Il training camp è davvero estenuante. Non ne posso più. È davvero dura. Vado in palestra tutti i giorni e lavoro molto, è diventato difficile. Questo sarà davvero l’ultimo. Mi sono preso due anni, stavo bene, poi abbiamo deciso di mettere su il match e adesso lo so bene. Dal più profondo del mio cuore, questo sarà l’ultimo. Non ne posso più.

Mayweather ha compiuto 40 anni quest’anno e non combatte nel pugilato da settembre 2015. Contro McGregor sa di dover affrontare un power puncher davvero duro nel suo momento migliore e sa anche che il suo avversario non ha mai combattuto un match di boxe, oltre ad essere 11 anni più giovane. Il declino fisico dell’americano dunque potrebbe fare la differenza in un contesto che lo stesso Mayweather sta ammettendo di affrontare in maniera estremamente rilassata, soprattutto per non stressare troppo il proprio corpo.

Sono stato via per tanto tempo. Ho lasciato che il mio corpo si riprendesse. Ho lasciato che guarisse, solo per essere sicuro di poter tornare a competere, sia in palestra che sul quadrato. Voglio essere sicuro che il mio corpo sia vicino al 100% e gli ho concesso riposo. Mentre negli altri training camp non mi riposavo quasi mai, qui sto concedendomi un po’ più di relax.

Floyd Mayweather prende le misure a Manny Pacquiao

C’è davvero quindi una possibilità concreta che questo match si trasformi nel più grande upset della storia degli sport da combattimento? Mayweather rimane molto fiducioso, assicurando tutti di sapere di non essere più lo stesso combattente, ma di avere ancora i mezzi per battere McGregor. Ha anche sottolineato che Padre Tempo è imbattibile e esiste la chance di vittoria concreta per l’irlandese.

Ha una possibilità. Ogni volta che due guerrieri competono, può succedere di tutto. Abbiamo visto appena una settimana fa un ragazzo che ha iniziato a fare boxe a 18 anni, un professore, battere uno dei migliori di tutti i tempi, Manny Pacquiao. Tutto può succedere negli sport da combattimento.

Semplice promozione o presa di coscienza per Floyd? Sappiamo bene che Mayweather è il miglior pugile della nostra generazione, nonché uno dei migliori di sempre, ma come lui stesso sottolinea, quarant’anni si fanno sentire e gestire un avversario giovane e preparato per l’intera durata delle riprese potrebbe essere parecchio pericoloso. In questi giorni si concluderà il tour promozionale e non ci resterà che attendere il 26 agosto.

Leggi Anche

La Asd Pink Ribbon di Macerata trionfa al campionato nazionale ...

La Asd Pink Ribbon di Macerata trionfa al campionato nazionale …

Sport Macerata La Asd Pink Ribbon di Macerata trionfa al campionato nazionale delle regioni Silver …