Home / Pilates Yoga / Gravidanza e sport nel primo trimestre: rischi, consigli e attività

Gravidanza e sport nel primo trimestre: rischi, consigli e attività

Molte donne dopo aver scoperto di essere incinta rinunciano a fare sport. Tante future mamme infatti sono certe che smetterla di fare attività fisica le aiuterà a diminuire il rischio di un aborto nei primi mesi di gravidanza. In realtà però se la gravidanza è iniziata con un decorso normale sin dall’inizio si può continuare a fare sport. L’unica cosa da fare è seguire alcuni piccoli accorgimenti ed evitare di fare sforzi eccessivi che potrebbero fare male al bambino.

Non solo: un’attività fisica leggera svolta con regolarità in gravidanza è consigliabile dai primi giorni della gravidanza e per tutti i nove mesi, per garantire il benessere sia della mamma che del piccolo. Lo sport infatti offre grandi benefici alla donna incinta in quanto aumenta la capacità di trasporto di ossigeno e di sostanze nutritive importanti verso il feto, migliora l’efficienza dell’apparato circolatorio e respiratorio, ma anche l’adattamento del corpo della donna alla gravidanza.

In più lo sport aiuta la donna a tenere il peso sotto controllo e a ridurre alcuni disturbi, come il gonfiore, il mal di schiena, i problemi di postura e il rischio di diabete gestazionale.

Gli sport da praticare nel primo trimestre di gravidanza

Nel primo trimestre la donna può praticare sin dall’inizio diversi sport. Prima di tutto le attività in acqua, come il nuoto, ma anche i corsi di aquagym e aquafitness. L’acqua è ottima perché garantisce una dispersione termica migliore, riduce il carico sulle articolazioni e minimizza il rischio di movimenti che potrebbero danneggiare il corpo.

Ottimi anche i corsi di tonificazione, in particolare quelli per cui non è richiesto l’utilizzo di attrezzi pesanti e che possano pesare sulla colonna vertebrale della donna incinta. Nel primo trimestre di gravidanza si possono praticare anche pilates, yoga e danza. Se la futura mamma lo desidera può praticare anche un’attività aerobica di livello medio-leggero, indicata per il primo trimestre, quando la massa corporea non è ancora aumentata troppo.

Quando non si può praticare sport nel primo trimestre di gravidanza

In alcuni casi lo sport in gravidanza, in particolare nel primo trimestre, non si può praticare. Solitamente l’attività fisica nei 9 mesi è controindicata:

  • quando la donna precedentemente ha subito un aborto spontaneo
  • quando il medico ha consigliato di passare la gravidanza a letto
  • quando la donna soffre per via di alcune patologie che potrebbero essere aggravate da uno sforzo eccessivo
  • quando il ginecologo consiglia di non fare sport

Gravidanza e sport nel primo trimestre: rischi, consigli e attività

Leggi Anche

Yoga e Pilates: quali le differenze?

Yoga e Pilates: quali le differenze?

Lo yoga e il Pilates sono due attività fisiche molto amate, soprattutto dalle donne, e …