Home / Body Building / Principi essenziali della preparazione atletica, intervista all’autore

Principi essenziali della preparazione atletica, intervista all’autore

Ciao Davide, parlaci un po’ di te

Ho una laurea specialistica in Scienze Motorie con lode ed una laurea magistrale in Scienze della Nutrizione Umana a pieni voti; iscritto regolarmente all’Albo dei biologi dal 2017.
Lavoro da diversi anni come docente per NonSoloFitness, presiedendo corsi che vanno dal personal trainer alla postura, al body building e all’alimentazione. Sempre per la stessa Azienda sono autore di numerosi articoli,
presenti sia sul sito che sulla rivista trimestrale (Scienza e Movimento). In ambito calcistico, nel 2012 ho partecipato superando
positivamente il corso UEFA B, l’anno precedente il corso CONI-FIGC diretto alle categorie della pre-agonistica.

Quali sono i contenuti di questo libro?

In sostanza esamino la preparazione atletica a 360 gradi; può essere valutato come un piccolo manuale per i vari allenatori/istruttori/preparatori atletici di qualsiasi disciplina in quanto analizzo tutte le capacità
motorie in maniera trasversale e non univoca nei confronti di una particolare disciplina sportiva. Le tematiche principali, approcciate com’è logico che sia in maniera scientifica, sono l’ipertrofia, la forza, la potenza aerobica
e il tanto famigerato “allenamento per dimagrire” diretto sia all’atleta che alla persona comune.

Nei primi capitoli si considerano le materie sulle quali poggia l’allenamento fisico, ossia la fisiologia e la biochimica; attraverso una scrittura di facile interpretazione si forniscono al lettore le basi per stilare
un programma di allenamento in relazione all’obiettivo preposto.

Ti focalizzi su una metodica particolare di allenamento?

Assolutamente no, nel libro non si propone un metodo specifico. Il mio intento è anche quello di stimolare il lettore a trovare quello più adatto alla situazione contingente e che meglio si presta per raggiungere la
meta finale. In queste pagine sono forniti gli strumenti di lavoro, al lettore la capacità di utilizzarli nella maniera più opportuna e in riferimento ai differenti contesti. Non c’è nulla da inventare, così
come non ci sono metodiche segrete per raggiungere in poco tempo obiettivi di una certa importanza; bisogna solo applicare sulla persona le conoscenze di base del corpo umano, tutto qui.

Principi essenziali della preparazione atletica” è rivolto solo ad allenatori?

Ho scritto questo libro per aumentare la consapevolezza su tutto ciò che ruota intorno al mondo dell’allenamento e del fitness: in quest’ottica, il libro è quindi diretto sia agli addetti ai lavori sia a tutti coloro i quali,
per svago e per piacere, praticano sport e desiderano avere le idee più chiare circa i meccanismi che sottendono l’allenamento. Non a caso ho inserito una parte sull’alimentazione e sul dimagrimento, argomenti in generale
piuttosto diffusi e intorno ai quali si fa un gran parlare, spesso senza un vero e proprio approccio scientifico.

C’è qualcosa della tua esperienza in queste pagine?

Com’è normale che sia, ho inserito anche degli spunti “da campo” sia come allenatore (ho la qualifica UEFA B nel calcio) sia come amante dello sport. Avendo allenato per diversi anni varie categorie giovanili
(dai pulcini agli allievi), e rapportandomi quasi quotidianamente con gli allenatori delle centinaia di squadre che ci sono a Milano e dintorni, mi sono accorto che vi sono ancora diverse tematiche sconosciute o
apprese in maniera scorretta e approssimativa.

Il mio intento è di fare un po’ di chiarezza in questo ginepraio di teorie e metodiche di lavoro, ovviamente non solo nel calcio ma nelle varie discipline sportive. Come detto in precedenza, nel libro ho inserito principi,
tecniche e metodiche di allenamento non specifiche per una sola disciplina sportiva ma bensì trasversali.

Cosa ti auguri possa arrivare al lettore, in termini di conoscenza?

Il mio obiettivo è di far riflettere coloro i quali leggono queste pagine, insinuare in loro il dubbio e instillare la curiosità di approfondire ulteriormente qualsiasi aspetto considerato nel libro. Se ciò dovesse avvenire, vuol dire che è un buon elaborato.

Video di approfondimento2017-04-21T17:02:11Z

Leggi Anche

L'esperienza della malattia e della cura

L’esperienza della malattia e della cura

L’incontro con la malattia nella vita di ciascuno è un’esperienza particolare accompagnata da sofferenza fisica, …