venerdì , febbraio 22 2019
Home / Palestra / Strisce pedonali smart e tessuto hi tech, idee vincenti di studenti di …

Strisce pedonali smart e tessuto hi tech, idee vincenti di studenti di …

Strisce pedonali illuminate, tessuto hi-tech con temperatura regolabile, totem con ologrammi 3D multimediali per guidare i turisti fra le bellezze di Roma, la giostra che produce energia e l’app per conoscere la disponibilità di posti dell’autobus che sta arrivando. Sono alcune delle idee sviluppate e realizzate in prototipi dagli studenti delle dieci scuole di Roma finaliste della VI edizione del concorso ChimicaMente, “Smart Making: piccole idee per grandi soluzioni”, che è parte del programma dell’European Maker Week. Dieci i progetti selezionati su oltre 30 proposte e 50 le scuole coinvolte di cui otto arrivate in finale con veri e propri prototipi o app con soluzioni per migliorare la qualità della vita a Roma, come in altre grandi città.

Questi i tre migliori progetti:
FabCity, strisce pedonali smart dell’Istituto Faraday di Ostia. In sostanza, quando il pedone è in procinto di attraversare, le strisce bianche si illuminano automaticamente per tutta la loro estensione;

Arrhenius, Tessuto Hitech dell’ITI Giovanni XXIII di Roma. Si tratta di una fascia riscaldante realizzata cucendo delle bande riscaldanti dentro una fascia di neoprene e per effetto Joule, rilasciano calore al corpo fino alla temperatura desiderata.

Fitness Low Cost dell’IIS Sandro Pertini di Alatri). Il progetto punta a sfruttare l’energia cinetica prodotta dai fruitori della palestra quando svolgono esercizi con attrezzi tipo cyclette e tapis roulant, accumularla e trasformarla in energia elettrica in modo da ridurre i costi elevati dell’energia elettrica necessaria al funzionamento delle palestre.

La giornata conclusiva, che ha avuto il patrocinio di Federchimica, Unindustria Roma e dell’Assessorato alle Attività Produttive di Roma Capitale, ha visto la partecipazione di circa 200 studenti.

Leggi Anche

Scuola, fermo l'ascensore sociale

Scuola, fermo l’ascensore sociale

La scuola italiana, secondo la ricerca dell’OCSE “Equity in education” (2018), non riesce a garantire …