martedì , luglio 16 2019
Home / Fitness / Trekkmill Accademy a Rimini per il Festival del Fitness

Trekkmill Accademy a Rimini per il Festival del Fitness

C’era anche il Trekkmill Accademy, la cui sede nazionale si trova a Castellanza, al Festival del Fitness di Rimini. L’inviato Mario Perron, ideatore del programma Trekkmill, ci presenta le novità del Festival dove l’associazione ha partecipato con uno stand di presentazione del tappeto meccanico e della formazione degli istruttori: «Il nostro obiettivo era quello di avere un feedback dalle persone che l’hanno acquistato negli anni e stiamo parlando di circa 3mila tappeti venduti. Trekkmill ha presentato il nuovo tappeto e ha colpito nel segno. Si tratta dell’unico tappeto che simula realmente i percorsi di trekking, con possibilità di cambiare in modo fluido la pendenza. Al centro c’è sempre il benessere dell’essere umano».

Il trekkmill è un metodo di allenamento musicale e di group training, che si basa sull’uso di un tappeto meccanico che si basa sulla musica, sul ritmo e sulla formazione degli istruttori. «Da 10 anni andiamo a Rimini con questo programma – prosegue Perron -. Il Festival quest’anno ha sofferto purtroppo molto della crisi, per cui si è ridotto il numero degli espositori, ma nonostante questo l’affluenza è stata numerosa. Grande interesse poi per gli allenamenti che sono ora di moda e tendenza. C’erano tanti espositori che presentavano i loro prodotti dedicati all’allenamento funzionale, cioè il lavoro con pesi e a corpo libero, rivisitazione di quello che è l’allenamento di un tempo della pesistica».

Si è parlato poi molto della formazione dell’istruttore e delle lezioni virtuali che oggi arrivano perfino a presentare l’allenamento in 3D grazie ad una maschera dove si ha la visione del percorso, degli spazi e dei paesaggi. 

«Tra le presenze più belle – sottolinea Perron -, oltre alla consacrazione di Tecnogym come top dell’industria italiana per la produzione di macchinari fitness che ha presentato una nuova linea skill, abbiamo trovato Virgin che con il suo palco ha espresso grande attrazione e interesse sia verso gli utenti sia nei riguardi dei visitatori. Per non dimenticare l’Esercito Italiano presenti con un grande muro dove i militari aiutavano le persone a fare free climbing. Insomma, tante kermesse, tanti palchi e dimostrazioni. Non ci siamo trovati più in una fiera per i gestori, ma per i fruitori del fitness».

Perron infine ricorda che l’entusiamso e l’energia dei giorni trascorsi a Rimini: «Si vive quattro giorni con orari stranissimi, ti svegli presto e vai a dormire tardi perchè sono tanti gli eventi, ma l’entusiasmo è unico». 

(contenuto sponsorizzato)

Leggi Anche

Adottare questi 4 obiettivi di fitness estivi ragionevoli per evitare il burnout - LifeSavvy

Adottare questi 4 obiettivi di fitness estivi ragionevoli per evitare il burnout – LifeSavvy

Africa Studio / Shutterstock Per molte persone, l’inizio dell’estate significa l’inizio di grandiosi obiettivi di …