Home / Palestra / VENARIA. Lo sport…di tutti?

VENARIA. Lo sport…di tutti?

Forse vi è è sfuggita una delibera: l’affidamento incarico all’azienda Azienda Speciale Multiservizi Venaria per predisposizione soluzione progettuale relativa al recupero del centro sportivo San Francesco, approvata dalla giunta il 30 novembre scorso, con la quale si dà mandato all’Azienda di “sviluppare e predisporre idonea soluzione progettuale a livello definitivo relativa al recupero del centro sportivo San Francesco” per partecipare al Bando CONI “Sport e periferie”, in scadenza il 15 dicembre prossimo.

Di per se non ci sarebbe niente di strano rispetto ad un “normale” atto di indirizzo dato ad ASM.

L’unico problema è che il progetto è già stato tutto deciso ed il progetto è pronto da tempo, se non altro perché altrimenti l’Azienda non potrebbe partecipare all’avviso del CONI, e in poco meno di 15 giorni non sarebbe in grado di redigere un progetto definitivo con relativi allegati, nonché, come recita la delibera, una “stima dei tempi di realizzazione dell’intervento proposto, di stima dei costi di gestione e manutenzione su base annua dell’impianto”.

Ulteriore prova che è da almeno un anno che in gran segreto in maggioranza (o non si sa bene dove) si discute di tale progetto, sono le indicazioni contenute in narrativa della stessa delibera che hanno portato la giunta a scrivere che “che è stata condotta un’indagine sulla panoramica dell’impiantistica sportiva presente nei comuni limitrofi alla Città che rivela una buona offerta sportiva del territorio per quanto riguarda alcune discipline come il nuoto, il calcio, il tennis, il fitness e le bocce, più contenuta per quanto riguarda l’arrampicata, praticamente assente per quanto riguarda l’atletica”, per concludere che “il mondo dell’associazionismo sportivo locale non appare tuttavia in grado di sviluppare con l’Amministrazione Comunale parternariati sufficientemente strutturati ed economicamente solidi per intraprendere la strada della riqualificazione dell’area”

Quindi, la giunta ha ritenuto a “seguito della disamina delle proposte e delle richieste delle società sportive di concentrare nell’area, perseguendo un disegno di integrazione delle discipline e sfruttamento multifunzionale degli spazi, le seguenti attrezzature: palestra multifunzionale con tribune da 400 posti, palestra per attività a corpo libero, parete per l’arrampicata indoor, playground per il gioco del tennis, della pallavolo e del basket, piazza coperta, pump track per mountain bike e ristoro”.

In sostanza, è stata fatta un’indagine (che evidentemente ha richiesto del tempo espletarla e che tra l’altro ci piacerebbe leggere) che ha permesso di mettere a fuoco cosa manca per lo sport di Venaria. Non solo, le associazioni interpellate hanno indicato le loro preferenze e siccome non sono in grado di gestire alcunché, la giunta ha proceduto a definire cosa deve/non deve essere fatto, per mezzo di ASM.

Resta da capire quali associazioni sono state coinvolte, tutte quelle di Venaria o solo alcune? La consulta non è più in funzione, la commissione consiliare sport non è mai stata chiamata a confrontarsi su questi temi, né sulla riqualificazione dell’area in oggetto. In quale sede istituzionale si è mai discusso di queste cose? Chi ha deciso e su quali basi che le associazioni locali non sono in grado di…?

Tutte domande senza risposta.

Né una parola rispetto al possibile esito del contenzioso ancora aperto con la Parrocchia. L’unica certezza è che giovedì 14 dicembre, almeno per salvare la faccia, è stata convocata la conferenza dei Capigruppo (cosa c’entra? La commissione sarebbe la sede opportuna) con oggetto: progetto riqualificazione Sa Francesco.

Ma di fatto sarà la comunicazione di quanto già deciso in altre sedi (e non in sedi istituzionali), infatti la presentazione al CONI scade due giorni dopo, difficile avanzare anche solo qualche proposta….

Continua la gestione del Comune come si trattasse dell’impresa di famiglia.

La trasparenza e la partecipazione al tempo del grillismo venariese.

.

Leggi Anche

Cosa succede alla pelle se smetti di fumare

Cosa succede alla pelle se smetti di fumare

La rivelazione mi ha dato una scossa di autostima, ed è venuta dalla mia amica …